Ammendanti: effluenti di allevamento, acque reflue e digestato

Puntuale e vincolante indicazione, a livello nazionale, dei criteri generali e delle norme tecniche applicabili per l’utilizzazione agronomica di effluenti di allevamento, acque reflue e digestato; con l’espressa precisazione che, in caso di mancato rispetto di questi criteri e norme, le attività di gestione dei menzionati materiali torneranno regolate dalla disciplina dei rifiuti (parte quarta, D.Lgs. n. 152/2006), comprese, naturalmente, le relative sanzioni anche penali. Questi i contenuti fondamentali del decreto del ministero delle Politiche agricole 25 febbraio 2016 - abrogativo del precedente D.M. 7 aprile 2006 - che viene analizzato nell'articolo.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here