Appalti e sicurezza

I temi del costo del lavoro e del costo della sicurezza da oneri specifici presentano oggi un indubbio interesse per la rilevanza che assumono, nell’ambito della contrattualistica pubblica anche nel settore sanitario, sia per gli obblighi imposti agli operatori economici, sia per le operazioni di verifica a cui vengono chiamate le stazioni appaltanti. Il costo del lavoro e il costo della sicurezza da oneri specifici hanno due tratti che li accomunano e che rendono ragionevole una trattazione unitaria. Il primo, di immediata evidenza, è connesso alla macro-voce di costo a cui in ultima analisi afferiscono. Si tratta di costi che hanno, in sostanza, un riflesso diretto sulle spese che gli operatori economici affrontano per le proprie risorse umane. Il secondo attiene alla rilevanza che tali costi hanno all’interno di un’offerta formulata nell’ambito di una procedura a evidenza pubblica. Le considerazioni che verranno svolte nell'articolo metteranno in evidenza che i dati normativi di partenza, pur sembrando in prima analisi prevedere per entrambe le voci di costo un dovere di estrapolazione dal prezzo oggetto di offerta, abbiano finito per essere interpretati in maniera nettamente opposta.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome