Campi elettromagnetici: l’assorbimento degli edifici

La legge n. 221/2012, «Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese», ha affidato all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), insieme con le agenzie regionali e provinciali per la protezione dell’ambiente (Arpa/Appa), l’incarico di predisporre linee guida il cui obiettivo, all’art. 14, comma 8, lettera d), era quello di definire i valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici. Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del 27 ottobre 2016, n. 252 del D.M. Ambiente 5 ottobre 2016 le linee guida sono state approvate e diventano operative. Nell'approfondimento sono passati in rassegna i dettagli tecnici.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome