La prevenzione incendi in sanità

«L’alta dirigenza delle strutture ospedaliere si trova sempre più a dover agire su diversi fronti; è indispensabile la messa in sicurezza, secondo i requisiti richiesti da nuove normative e norme tecniche in materia di sicurezza, l’ammodernamento logistico - funzionale - impiantistico al fine di rispondere ai criteri di qualità imposti dalle disposizioni di legge per l’assistenza sanitaria ai fini dell’accreditamento delle strutture stesse, ma allo stesso tempo occorre fornire un servizio di qualità, sicuro ed erogabile costantemente». Con questa forte premessa a introduzione del fascicolo sulla prevenzione incendi pubblicato nel 2012, l’Inail ha anticipato, in sinergica sincronia con il cosiddetto decreto Balduzzi, l’emanazione per il settore sanitario del D.M. 19 marzo 2015 avente oggetto «Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private di cui al decreto 18 settembre 2002». Il decreto sancisce, anche nell’ambito della prevenzione incendi, l’approccio gestionale-organizzativo tramite l’Allegato III che prevede l’adozione del sistema di gestione della sicurezza antincendio per tutta la durata necessaria all’adeguamento strutturale.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here