Rifiuti: novità per caratteristiche di pericolo e classificazione

Per effetto della piena operatività del regolamento 1272/2008/CE (CLP) e a integrazione del corrispondente aggiornamento delle caratteristiche di pericolo ad opera del regolamento (UE) n. 1357/2014, la decisione 2014/955/UE, approva l’elenco europeo dei rifiuti. La nuova disciplina innova profondamente la normativa in tema di caratteristiche di pericolo per i rifiuti, coordinandola con le disposizioni contenute nel regolamento n. 1272/2008 sulla classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele (regolamento CLP), che dal 1° giugno 2015, sostituirà le direttive 67/548/CEE, sulle sostanze pericolose, e 1999/45/CE, sui preparati pericolosi. Tra le novità, si segnala la ridenominazione di tutte le caratteristiche di pericolo con la sostituzione dell’attuale sigla H con la sigla HP, la modifica delle denominazioni per le caratteristiche di pericolo ex H5 (“nocivo”) ed ex H6 (“tossico”), nonché l’introduzione di nuove denominazioni per le caratteristiche di pericolo ex H12 («Rifiuti che, a contatto con l’acqua, l’aria o un acido, sprigionano un gas tossico o molto tossico») ed ex H15 («Rifiuti suscettibili, dopo l’eliminazione, di dare origine in qualche modo ad un’altra sostanza»).

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here