“Internet delle cose” e sicurezza sul lavoro

Le nuove opportunità che l’evoluzione tecnologica offre oggi in termini di efficienza produttiva possono essere spesso mutuate e utilizzate anche per una migliore e più efficace gestione della salute e sicurezza sul lavoro. É necessario, però, che la legislazione si adegui alle più moderne applicazioni, promuovendo il dialogo e il coordinamento tra le diverse discipline normative, tra le differenti sensibilità applicative della giurisprudenza giuslavoristica e antinfortunista, nonché tra le (spesso) contrapposte istanze delle parti sociali. In questa ottica, l’articolo propone una riflessione sulla applicabilità del cosiddetto “internet delle cose” nel campo della sicurezza sul lavoro e sulla compatibilità del suo utilizzo con la disciplina – recentemente modificata – del controllo a distanza dei lavoratori.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here