Home Banca dati Banca dati ambiente e risorse

Banca dati ambiente e risorse

Rilascio del deflusso minimo vitale: obbligatorio o facoltativo?

Il caso preso in esame dalla sentenza del Tar Lazio n. 7219/2022 riguarda una società titolare di impianti di generazione di energia elettrica da fonte idraulica

Acque meteoriche e scarichi industriali non autorizzati

Con la sentenza la Cassazione ha respinto il ricorso del legale rappresentante di una società per aver aperto, in difetto assoluto di autorizzazione, uno scarico di acque reflue industriali contenente alcune sostanze pericolose comprese nelle tabelle 5 e 3/A dell’allegato 5 al D.Lgs. n. 152/2006

Generatori eolici: come si misura il rumore

Il D.M. 1° giugno 2022, che non contiene valori di soglia, è relativo ai piccoli e ai grandi aerogeneratori. Previste rilevazioni della durata minima di 8 o 15 giorni, a seconda della tipologia, da condurre in condizioni metereologiche ottimali e con poco vento (massimo 18 Km/h), valore spesso insufficiente...

La nuova strategia nazionale per l’economia circolare

Si tratta di un documento programmatico, all’interno del quale sono individuate le azioni, gli obiettivi e le misure che si intendono perseguire nella definizione delle politiche istituzionali volte ad assicurare un’effettiva transizione. Tra i temi centrali il mercato delle materie prime seconde e la neutralità climatica. Non secondaria la presenza...

La delega ambientale in tre punti essenziali

Quali sono le origini della discplina? Quali le condizioni per la validità? E quale il legame con il Mog 231?

Rumore: come districarsi nella confusione normativa

La disciplina di settore soffre da sempre di zone d’ombra che si concretizzano in incertezze applicative e, di conseguenza, in liti giudiziarie. È utile, quindi, fare il punto della situazione. Tollerabilità, accettabilità e disturbo sono i tre concetti da mettere a fuoco

Aree silenziose: dal Mite le modalità per la gestione

Lo scopo del decreto direttoriale del ministero della Transizione ecologica 24 marzo 2022, n. 16, è quello di evitare o ridurre gli effetti nocivi dell'esposizione al rumore ambientale, nonché di scongiurare aumenti dei livelli di disturbo e di perseguire e conservare la qualità acustica del contesto. Attenzione sempre alle...

Tutela dei corpi idrici: pubblicata la legge Salvamare

Gestione dei rifiuti accidentalmente pescati o raccolti volontariamente, nonché di biomasse vegetali, anche con finalità, a tendere, di recupero di materiale; sottoposizione a Via degli impianti di desalinizzazione; promozione di campagne di pulizia. Questi i tre pilastri del nuovo provvedimento al quale, però, non manca qualche punto debole. La...

Emissioni odorigene: illegittima l’ordinanza contingibile in assenza di rischi sanitari

La vicenda al centro della sentenza del Tar Umbria, 4 maggio 2022, n. 262, riguarda una società esercente attività di fusione di materiali ferrosi autorizzata con Aia, che ha impugnato un’ordinanza sindacale contingibile e urgente volta a limitare l’impatto odorigeno e che imponeva la rimozione di determinate sostanze dal...

Via postuma: la distinzione tra patologica e fisiologica

Sul tema è intervenuto di recente il ministero della Transizione ecologica in risposta a un interpello ambientale presentato da un’amministrazione provinciale, ai sensi dell’art. 3-septies, D.Lgs. 152/2006, volto a chiarire l’applicabilità della disciplina dell’art. 29, comma 3, D.Lgs. n. 152/2006. L’interpretazione del dicastero offre l’opportunità di delineare alcuni profili...

Aia: modifiche, comunicazione e sospensione del provvedimento

La sospensione dell’Aia come effetto della mancata comunicazione di una modifica apportata all’impianto è illegittima se l’amministrazione non ha motivato la relazione tra l’inottemperanza all’Aia e il verificarsi di un pericolo immediato per la salute umana o per l’ambiente. Così il Tar Veneto, sez. II, nella sentenza 22 marzo...

L’oblazione amministrativa ambientale: obblighi e procedure

La procedura è un istituto che permette di estinguere le contravvenzioni contestate a seguito di una pronta condotta riparatoria e del pagamento di una sanzione. Sul margine di applicabilità si sono posti alcuni problemi interpretativi; da capire anche i rapporti con i reati societari ex D.Lgs. n. 231/2001. Quando...

Cerca nella Banca Dati
Filtra per categoria:

I contenuti della Banca Dati di Ambiente&Sicurezza sono riservati agli abbonati alla rivista.

Abbonati Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere ai contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.

Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione della banca dati e di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a

css.php