Pubblica amministrazione e valutazione dei rischi

La normativa di sicurezza e salute sul luogo di lavoro si applica indifferentemente a tutti i settori di attività, compresi quelli aventi natura pubblica. Per la pubblica amministrazione il legislatore ha posto la regola di uno “statuto differenziato sulla valutazione dei rischi”, disciplinato dall’art. 18, comma 3 del D.Lgs. n. 81/2008. Ma come si pone la valutazione dei rischi per le amministrazioni pubbliche? Vi sono differenze significative rispetto al settore privato? E quali sono in proposito gli orientamenti della giurisprudenza?

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here