Diagnosi energetica industriale: la sostenibilità per le PMI

Articolo pubblicato su Ambiente&Sicurezza n. 22/2012

Dalla
direttiva “efficienza energetica”, approvata dal Parlamento Europeo in data 11
settembre 2012 e attualmente in corso di pubblicazione in G.U.C.E., che richiede obbligatoriamente alle sole grandi imprese
l'effettuazione di un primo audit
energetico entro 3 anni dall'entrata in vigore e, successivamente,
l'aggiornamento con periodicità quadriennale, sono state, pertanto, escluse le
piccole-medie imprese. Tuttavia, l'estensione dell'audit energetico alle PMI consente di trarre spunti di
miglioramento che ne giustificano i costi iniziali (di analisi, valutazione ed
intervento tecnico su impianti e strutture), come dimostra anche l'analisi di
due casi reali.

Allegati

Articolo_AS_22_ambiente.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here