Acqua: la disciplina degli scarichi in Lombardia

Uno dei temi maggiormente dibattuti nell’ambito della normativa di tutela ambientale attiene alla distinzione e al relativo ambito di applicazione della normativa sulle acque rispetto a quella sui rifiuti, rispettivamente Parte terza e quarta del D.Lgs. n. 152/2006. Al fine di dare attuazione alla Direttiva sui rifiuti n. 2008/98/Ce, è a tal proposito intervenuto sulla disposizione di cui all’articolo 185 del D.Lgs. n. 152/2006, il D.Lgs. n. 205/2010: oggi, se regolate da apposita normativa, le acque di scarico sono escluse dall’ambito dei rifiuti e incluse in quello delle acque, senza che sia più in vigore il precedente inciso «eccettuati i rifiuti allo stato liquido». Ne dovremo pertanto desumere che tutte le acque di scarichi diretti e indiretti siano sottoposti alla normativa sulle acque?

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here