Servizio idrico integrato, le forme di gestione

Sulla scia della legge Galli, l’articolo 150 del D.Lgs. n. 152/2006 (ora abrogato) aveva introdotto il principio dell’unitarietà della gestione del servizio per ciascun ambito territoriale, vale a dire la necessità che in ogni livello amministrativo la gestione del servizio fosse integrata e comprendesse quindi lo svolgimento di tutti i segmenti che comprendono il Sii. Oggi, invece, a seguito delle novità apportate dal D.L. n. 133/2014, convertito con modificazioni nella legge n. 164/2014 (il cosiddetto decreto sblocca Italia) è stato introdotto il principio dell’unicità della gestione del Sii. Ne consegue l’impossibilità, ai sensi dell’articolo 149-bis del D.Lgs. n. 152/2006, salvo il periodo transitorio come disciplinato dal successivo articolo 172, di affidare la gestione del Sii a più soggetti all’interno dello stesso ambito territoriale ottimale.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here