Cantieri: dalla Suprema Corte il riesame delle posizioni di vertice

Articolo tratto da Ambiente&Sicurezza n. 9/2013

Recenti sentenze della Suprema Corte  hanno riesaminato  le 
posizioni di vertice dei cantieri temporanei e mobili e hanno  determinato, con un linguaggio affatto nuovo
e moderno, compiti e responsabilità dei principali soggetti. Hanno  posto il CSE al vertice dell’organizzazione
della  sicurezza del cantiere e, nello
stesso tempo, con un esame comparato rispetto al datore di lavoro, hanno
ridefinito in modo razionale  e circostanziato
il proprio ambito di competenza. Poiché, tuttavia, le sentenze sono riferite a
eventi precedenti all’entrata in vigore 
del D.Lgs. n. 81/2008, non hanno esaminato la posizione di garanzia del
datore di lavoro dell’impresa affidataria che 
sarà oggetto di   deduzioni e
accertamenti derivati dall’esperienza.

Allegati

Articolo_sicurezza_AS_9_2013.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here