Collegato ambientale: le tre nuove linee d’azione per rilanciare la green economy

Vantaggi per le imprese dotate di certificazioni ambientali volontarie sia nell’ambito delle gare d’appalto pubbliche per l’assegnazione di contratti relativi a lavori, servizi e forniture sia per l’accesso a fondi pubblici sotto forma di contributi, agevolazioni e finanziamenti in materia ambientale; rafforzamento dei criteri ambientali minimi nelle procedure di acquisti “verdi” da parte delle pubbliche amministrazioni (GPP); introduzione dello schema volontario (primo caso nell’Unione europea), per la valutazione e comunicazione dell’impronta ambientale dei prodotti, in recepimento della raccomandazione 2013/179/CE. Queste le novità più importanti del Capo IV del collegato in tema di green economy.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here