Dal collegato ambientale una spinta all’economia circolare

Il cosiddetto collegato ambientale alla legge di stabilità si propone di introdurre disposizioni finalizzate a promuovere lo sviluppo e il consolidamento della green economy e a limitare l’uso eccessivo di risorse naturali. In questo quadro - e con l’obiettivo di iniziare a rendere concrete le politiche europee e nazionali tese alla transizione da un modello di economia lineare all’economia circolare, la norma – il capo V del nuovo provvedimento - introduce una serie di disposizioni volte a incentivare la produzione e la commercializzazione di prodotti «derivanti da materiali post-consumo o dal recupero degli scarti e dei materiali rivenienti dal disassemblaggio dei prodotti complessi».

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here