Fonti rinnovabili, le principali norme tecniche

La direttiva 2009/28/Ce dell’Unione europea prevede e definisce per i 28 Stati membri degli obiettivi vincolanti di penetrazione delle energie rinnovabili sui consumi di energia primaria pari al 20%, da raggiungersi tassativamente, entro il 2020. L’obiettivo viene declinato a livello di singolo Stato; all’Italia è attribuito un target nazionale del 17% di produzione entro il 2020, al quale si accompagna un ulteriore obbligo di raggiungimento di uno share del 10% di impiego di biocarburanti sui consumi del settore dei trasporti. In supporto all’Italia, per l’esecuzione dei suddetti compiti, giungono le norme CEI 0-16 (connessione alle reti in MT/AT) e CEI 0-21 (connessione alle reti in BT), con le varianti 1 di entrambe, pubblicate a dicembre 2014. L’articolo si concentra, altresì, sulle novità riguardanti il settore fotovoltaico, eolico, idroelettrico e offre una visione d’insieme sulla produzione di energia da fonti rinnovabili in Italia.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here