La sicurezza dei lavoratori durante la fornitura in cantiere di calcestruzzo

L'impresa fornitrice deve comunicare tutti i potenziali rischi legati alle lavorazioni unitamente a tutte le informazioni necessarie, affinché le operazioni di consegna avvengano in condizioni di sicurezza per i lavoratori di entrambe le imprese. Articolo pubblicato su Lavoro Sicuro n. 4/2012

Quando è necessaria una fornitura di calcestruzzo preconfezionato il datore di lavoro dell'impresa esecutrice (già presente in cantiere) deve procedere alla verifica dell'idoneità tecnica professionale dell'impresa fornitrice e comunicare a quest'ultima dettagliate informazioni circa i rischi specifici esistenti in cantiere e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate. Allo stesso tempo l'impresa fornitrice deve comunicare quali sono i rischi che le lavorazioni possono introdurre nelle aree di lavoro unitamente a tutte le informazioni necessarie affinché le operazioni di consegna avvengano in condizioni di sicurezza per i lavoratori di entrambe le imprese. Per quanto riguarda la fornitura di calcestruzzo è opportuno evidenziare che il suo trasporto può essere affidato dall'impresa fornitrice a trasportatori terzi. Anche in questo caso l'attività di coordinamento continua a essere fra l'impresa fornitrice e l'impresa esecutrice, fatta salva l'attività di coordinamento tra l'imprese fornitrice e il trasportatore. Questo significa che le esigenze di sicurezza derivanti dalla presenza in cantiere di un soggetto incaricato della fornitura di materiali o di attrezzature devono comunque essere soddisfatte. Al fine di comprendere come è necessario adempiere a questi obblighi, è esaminato il caso di un cantiere allestito per la realizzazione di un edificio artigianale destinato a magazzini e a uffici.

Allegati

Articolo_LS_4_2012.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here