Lavoro autonomo e cantiere: la “genuinità” dei rapporti

Articolo tratto da A&S n. 15/2012

Sempre più spesso nel corso dell'attività ispettiva in cantiere è stato riscontrato l'impiego di lavoratori autonomi che operano svolgendo in realtà le stesse attività del personale dipendente delle imprese esecutrici presenti. Questa situazione è anche aggravata dal ricorso ad altre forme aggregative come associazioni temporanee di lavoratori autonomi ai quali è affidata l'esecuzione di intere opere edili, una situazione con evidenti profili di criticità che devono essere affrontati sul piano ispettivo. È per questo motivo che il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha fornito, con circolare 4 luglio 2012, n. 16, alcuni chiarimenti in merito.

Allegati

Articolo_AS_15_2012.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here