Odori: come monitorarli negli impianti industriali

Il piano di analisi degli odori prevede una metodologia basata su un approccio integrato che permette una valutazione dell’impatto indotto dai processi produttivi dell'impianto sui ricettori sensibili

Il piano di monitoraggio degli odori, finalizzato all’individuazione, analisi, stima e controllo degli impatti olfattivi indotti dai processi produttivi degli impianti industriali complessi, prevede una metodologia basata su un approccio integrato che permette una valutazione dell’impatto indotto dai processi produttivi dell'impianto sui ricettori sensibili. Questo approccio è reso possibile:

  • dallo studio dell’andamento delle grandezze anemologiche e dei parametri micrometeorologici del sito in cui è ubicato l’impianto industriale in studio;
  • dall’individuazione delle sorgenti emissive più significative interne all’impianto industriale;
  • dalla rilevazione, con tecniche strumentali e sensoriali, dei composti chimici responsabili dell’odore;
  • dall'utilizzo della modellistica ambientale per lo studio della dispersione in atmosfera dei composti odorigeni.

Nell'articolo, a firma di Gianluca Pittoni, responsabile monitoraggi non convenzionali Sartec S.p.A., vengono messe in luce le operazioni preliminari e le fasi esecutive del piano di analisi e monitoraggio delle emissioni olfattive da impianti industriali (accesso riservato agli abbonati).

Vuoi proseguire la lettura? CLICCA QUI per accedere alla Banca Dati degli articoli di Ambiente&Sicurezza (accesso riservato agli abbonati).

Non sei abbonato? Approfitta delle numerose offerte in corso: http://shop.newbusinessmedia.it/collections/riviste/products/ambiente-e-sicurezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here