Prassi sbagliate? Un autogol

Nei casi in cui si accerta che lo svolgimento di determinate attività dà luogo a comportamenti che, ripetuti nel tempo, si traducono in comportamenti non corretti, in quali termini si configura la responsabilità, rispettivamente del datore, del dirigente o del preposto? Un’attenta analisi ci aiuta a capire.

Registrati

Registrati per accedere ai contenuti riservati

Registrati qui!

Sei già registrato? Accedi per sbloccare i contenuti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome