Rinnovabili: al via i nuovi incentivi

Pubblicati i DD.MM. 5 e 6 luglio 2012, rispettivamente, per “impianti solari fotovoltaici” e “impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici”

Pubblicati sul S.O. n. 143 alla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, i due decreti che disciplinano l'incentivazione dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, suddivisi per:
• “impianti solari fotovoltaici” (decreto del Ministero dello Sviluppo economico 5 luglio 2012);
• “impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici” (decreto del Ministero dello Sviluppo economico 6 luglio 2012).
Il provvedimento relativo agli impianti solari fotovoltaici (cosiddetto "V conto energia") definisce nuove modalità di incentivazione dell'energia elettrica prodotta da fotovoltaico per gli impianti che entreranno in esercizio 45 giorni dopo il raggiungimento della spesa di 6 miliardi di euro. A differenza del IV Conto Energia, che prevedeva un obiettivo indicativo di potenza di 23.000 MW al 2016, questo provvedimento non stabilisce un target di potenza massima incentivabile.
Con riferimento al provvedimento sulle altre fonti rinnovabili elettriche, si evidenzia che la nuova disciplina si applica agli impianti con potenza non inferiore a 1 kW che entreranno in esercizio successivamente al 31 dicembre 2013. Il provvedimento definisce un tetto massimo di spesa pari a 5,8 miliardi di euro all'anno, con l'esclusione del fotovoltaico, e ha introdotto misure specifiche che permettano di controllare lo sviluppo dell'energia prodotta da fonti rinnovabili, quali:
• un meccanismo di asta al ribasso per impianti di potenza superiore a 5 MW;
• istituzione di un registro nazionale degli impianti;
• volumi massimi di potenza incentivabile definiti su base temporale e tecnologica.

Si rimanda ad ulteriori approfondimenti sui prossimi numeri di Ambiente&Sicurezza.

Allegati

Testo_DM_05072012.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here