Terre e rocce da scavo: le novità del D.M. n. 161/2012

Commento a cura di Federico Peres, B&P Avvocati e professore a contratto Diritto dell’Ambiente – Università di Padova.

In Gazzetta Ufficiale del 21 settembre 2012, n. 221, è stato pubblicato il decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 10 agosto 2012, n. 161, recante il nuovo «regolamento recante la disciplina dell'utilizzazione delle terre e rocce da scavo».
Il provvedimento ha come finalità quella di considerare i materiali di scavo, come definiti all'art. 1, comma 1, lettera b), sottoprodotti e non rifiuti ai sensi dell'art. 183, comma 1, lettera qq), D.Lgs. n. 152/2006.
Il nuovo regolamento stabilisce, inoltre, le procedure e le modalità affinchè la gestione e l'utilizzo dei materiali da scavo avvenga senza pericolo per la salute dell'uomo e senza recare pregiudizio all'ambiente.

Allegati

Testo_DM_161_2012.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here