Un lavoro a misura d’uomo

il 15 settembre, a Roma, un convegno organizzato da Igeam sui temi dell'inidoneità, della disabilità e dell'accomodamento ragionevole

Un lavoro a misura d'uomo. La popolazione lavorativa invecchia e rimane al lavoro molto più a lungo. Le malattie da lavoro oggi più diffuse dipendono da fattori riconducibili in parte all’esposizione lavorativa e in parte agli stili di vita. Troppo spesso la sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti a rischi per la salute ha come esito un giudizio di inidoneità o di idoneità con limitazione o prescrizioni.

Un lavoro a misura d'uomo

La medicina del lavoro è una scienza finalizzata ad adattare il lavoro all’uomo, per esaltarne le competenze professionali, il ruolo sociale, il talento. Mentre un lavoratore che non può essere collocato proficuamente in un’attività produttiva sul lavoro rappresenta sempre una sconfitta per la medicina del lavoro.

Come porsi di fronte a questi problemi che determinano difficoltà organizzative, problemi giuridici e aumento dei costi, senza tradursi in un reale guadagno di salute per i lavoratori?

Un’utile occasione di riflessione ci viene proposta dalla nuova normativa in materia di accomodamento ragionevole degli invalidi da lavoro che prevede l’erogazione di finanziamenti alle imprese da parte dell'Inail per adeguare il posto di lavoro alle capacità lavorative di un dipendente che sia giudicato inidoneo a causa di un infortunio o di una malattia professionale.

Un lavoro a misura d'uomo

Il convegno, organizzato da Igeam e valido come corso di aggiornamento per rspp/aspp (verranno erogati crediti Ecm) si propone di esaminare il tema da diversi punti di vista:

il diritto al mantenimento del posto di lavoro;

il giustificato motivo di licenziamento nei casi di inidoneità;

l’approccio corretto del medico del lavoro di fronte ad una popolazione lavorativa che invecchia;

la nuova iniziativa dell'Inail;

la prospettiva internazionale sull’accomodamento ragionevole.

Un lavoro a misura d'uomo: il programma

Silvia Fernández

Research Fellow presso Adapt

Accomodamenti ragionevoli: inquadramento giuridico e licenziamento per giustificato motivo oggettivo

 Luigi Sorrentini

Direzione Centrale delle Prestazioni Socio-Sanitarie dell’Inail

Il Reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro quale nuova frontiera della presa in carico del lavoratore. Il sostegno dell’Inail nell’adozione degli accomodamenti ragionevoli

Fabrizio Benedetti

Direzione centrale delle prestazioni socio-sanitarie dell’Inail

Il progetto lavorativo personalizzato e il piano esecutivo degli interventi per il reinserimento lavorativo dei lavoratori con disabilità da lavoro

Alfredo Ferrante

Dirigente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 

Il concetto di accomodamento ragionevole nella riflessione internazionale: disabilità, accessibilità, diritti

Cinzia Frascheri

Giuslavorista - Responsabile nazionale salute e sicurezza Cisl

Le necessarie armonizzazioni e gli attuali limiti delle normative vigenti in tema di inidoneità alla mansione

Giuseppe Fatigante

Dirigente Medico - Inps

Disabilità e legge 68/1999, gli accertamenti medico-legali Inps

Simone De Sio

Professore di Medicina del Lavoro – Dipartimento SAIMLAL, Sapienza Università di Roma

Il giudizio di idoneità: strumento di tutela del lavoratore, del medico competente, del datore di lavoro

Fulvio d’Orsi

Direttore scientifico Igeamed

Un approccio di sistema per gestire il tema delle inidoneità al lavoro

Donatella Fracassi

Responsabile BU “H&S Servizi e PP.AA” – Igeam

 L’accomodamento ragionevole. Come cogliere le opportunità per le aziende

Sede e orari

Venerdì 15 settembre 2017, ore 09.00 - 13.30, Roma - Viale delle Mura Gianicolensi, 67

Aula Congressi – Salvator Mundi International Hospital

Referenti organizzativi

Antonio Di Stefano – a.distefano@igeam.it; 347 1092919

Ludovica Musso – l.musso@igeam.it; 340 2140179

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here