Acque: gestione di impianti di depurazione autostradali

Possibili fonti di difficoltà la forte variazione della portata e il basso carico organico

Gli impianti di depurazione acque reflue assimilabili a domestici, presenti sulle aree di servizio autostradali, pur essendo di piccola taglia, spesso incontrano grandi difficoltà di funzionamento, sia per le forti variazioni di portata sia per i bassi valori di carico organico in ingresso. È interessante analizzare in proposito le pratiche adottate per la gestione quotidiana e i risultati ottenuti da una sperimentazione condotta a scala reale su un impianto di questa tipologia, dove è stato somministrato etanolo denaturato al fine di ridurre, entro i limiti previsti dalla normativa vigente, la concentrazione di nitrati nell'effluente dal sedimentatore secondario.

Allegati

Articolo_TSA_02_2012.pdf
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here