Ammendanti, biomasse e rifiuti: le novità del “collegato agricolo”

Obbligo di comunicare alla commissione europea per l’introduzione di normative tecniche nell’ordinamento nazionale, in relazione a nuove tipologie di ammendanti; attribuzione dei costi sostenuti per le attività controllo sulla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica ai destinatari degli incentivi contemplati dalla disciplina di settore; possibilità per le imprese agricole singole o associate di aderire ai consorzi e ai sistemi di raccolta dei rifiuti previsti dal D.Lgs. n. 152/2006, attraverso le articolazioni territoriali delle organizzazioni agricole maggiormente rappresentative a livello nazionale. Queste le novità di rilevanza ambientale contenute nella legge 28 luglio 2016, n. 154, in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here