Antincendio dietro le quinte: sapete cos’è il glow-wire?

Il glow-wire è un test, ovvero una prova utilizzata per determinare la massima temperatura di lavoro e i possibili rischi d’incendio

Per chi non lo sapesse, il glow-wire è un test, ovvero una prova utilizzata per determinare la massima temperatura di lavoro e i possibili rischi d’incendio. In sostanza: si sottopone un materiale plastico al contatto con un filo incandescente. In questo modo sono simulati i possibili effetti di un sistema elettrico surriscaldato per brevi periodici. Per tutte le prove viene utilizzato lo stesso filo, riscaldato a temperature diverse, come previsto dalla norma.

La prova permette di valutare il comportamento di materiali e di prodotti elettrotecnici quando questi entrano in contatto con una fonte di calore. In questo caso, il prodotto elettrotecnico (per esempio, resistori sovraccaricati, elementi incandescenti…) è la sorgente dell’incendio che intende simulare l’innesco provocato da un sovrariscaldamento mediante il contatto con una parte riscaldata senza la presenza di fiamme libere.

Le norme tecniche che dettano le regole per queste prove sono le seguenti: CEI EN 60695-2-10; CEI EN60695-2-11; CEI EN 60695-2-12 e CEI EN 60695-2-13.

Per saperne di più: Ambiente&Scirezza n. 2/2015 (pagg 45, 46, 47 e 48)


Per abbonarsi alla rivista, cliccare qui: Abbonamenti on line

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here