Collegato: dai rifiuti all’acustica, l’ambiente cambia volto

Approvata in data 22 dicembre 2015, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 18 gennaio 2016, n. 13, la legge 28 dicembre 2015, n. 221, cosiddetto “collegato ambientale” alla legge di stabilità 2014. Numerosi sono gli ambiti in cui la normativa interviene con la finalità principale di promuovere la green economy e di contenere l’uso eccessivo di risorse naturali. Particolare attenzione viene dedicata alla prevenzione nella produzione di rifiuti, incentivata anche dal punto di vista fiscale (TARI) e alla promozione delle attività di recupero rifiuti. Importanti novità riguardano la tutela delle acque con la riorganizzazione della governance nei distretti idrografici, dettagliate previsioni per la stipula di contratti di fiume, disposizioni specifiche e risorse economiche per il rischio idrogeologico, nonché una migliore tutela risarcitoria in caso di inquinamenti che impattano sull’ambiente marino. Il provvedimento offre anche una possibile via d’uscita dal contenzioso che riguarda le bonifiche nei siti di interesse nazionale grazie a una transazione avente contenuto predefinito da valutare e approvare all’interno di un articolato procedimento amministrativo. Altre disposizioni riguardano l’infortunio in itinere, il credito di imposta in relazione alla bonifica da amianto, i prodotti da fumo e altri rifiuti di piccole dimensioni il cui abbandono sarà da oggi sanzionato.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here