Dpi validati in deroga dall’Inail: aggiornamento del 29 giugno

Come sempre, per facilitare la consultazione, l'elenco è diviso in tre parti

Dpi validati in deroga dall'Inail.

L'Inail ha pubblicato il nuovo elenco di Dpi validati in deroga. L’aggiornamento, che porta la data del 29 giugno 2020, comprende l'elenco integrale dei dispositivi di protezione individuale autorizzati con la procedura di validazione in deroga.

Non sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza? Clicca qui!

Il servizio di informazione

"È disponibile nella pagina dedicata alla “Validazione in deroga DPI Covid-19” l’elenco aggiornato dei dispositivi autorizzati - si legge in un avviso pubblicato sul sito Inail - Per una migliore consultazione, l’elenco è stato diviso in più file. Si ribadisce - prosegue l'avviso - che ogni elenco è soggetto a costante aggiornamento per rendere noti i dispositivi autorizzati, corredati delle relative immagini.

Dpi validati in deroga dall'Inail: l'elenco

L'elenco dei Dpi validati dall'Inail - diviso in tre tranche - è riportato in coda, nella parte degli allegati.

Altre informazioni sull'Inail? Clicca qui

Dpi validati dall'Inail: la fonte  della deroga

"L’art. 15 del decreto legge n. 18 del 2020 detta disposizioni straordinarie per la gestione dell’emergenza Covid-19 e attribuisce all’Inail la funzione di validazione straordinaria e in deroga dei dispositivi di protezione individuale (dpi).

Fermo restando i poteri del Commissario straordinario ai sensi dell’art. 122, si tratta per l’Inail, che collabora alle misure di mitigazione del rischio Covid-19 in qualità di soggetto attuatore degli interventi di protezione civile, di una competenza nuova attribuita in via straordinaria, per il tempo strettamente necessario, fino al termine dello stato di emergenza, in deroga alle procedure ordinarie.

La deroga riguarda la procedura e la relativa tempistica e non gli standard di qualità dei prodotti che si andranno a produrre, importare e commercializzare, che dovranno assicurare la rispondenza alle norme vigenti e potranno così concorrere, unitamente all’adozione delle altre misure generali, al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica in corso. Terminato il periodo di emergenza, sarà ripreso il percorso ordinario e i dpi, validati in attuazione della disposizione richiamata, dovranno, per continuare a essere prodotti, importati o commercializzati, ottenere la marcatura CE seguendo la procedura standard"

(Fonte Inail)

Allegati

DA 1 A 100

DA 101 A 200

DA 201 A 300

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome