Dragaggi, nuove procedure per i Sin

Approvata, da parte del ministero dell’Ambiente, la procedura, a cura di Ispra, Cnr e Iss, per la derivazione dei valori di riferimento in aree marine e salmastre interne alla perimetrazione dei siti di interesse nazionale. È quanto stabilisce il D.M. 8 giugno 2016, il quale, peraltro, fa registrare, già da una prima lettura, alcune perplessità come la «strategia per la definizione del livello di riferimento rispetto al contesto ambientale», con riferimento a eventuali interconnessioni tra la falda superficiale e profonda, e la struttura dell’allegato al D.M. 8 giugno 2016, organizzato come un articolo scientifico con introduzione, premessa e riferimenti bibliografici, che potrebbe renderne difficoltosa l’applicazione concreta.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here