Formazione, collaborazione obbligatoria fra imprese ed enti paritetici

A distanza di circa tre anni, il ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Direzione generale per l’attività ispettiva, con la lettera circolare 8 giugno 2015, Prot. 37/0009483/MA007.A001, è ritornato nuovamente sulla spinosa questione dell’obbligo di collaborazione da parte del datore di lavoro con gli organismi paritetici previsto in materia di formazione dall’art. 37, comma 12 del D.Lgs. n. 81/2008. Il ministero ha ribadito la posizione già espressa nei precedenti interventi in ordine alla legittimazione degli organismi paritetici e al contenuto del dovere datoriale e, al tempo stesso, ha fornito anche alcuni nuovi importanti orientamenti per quanto riguarda il regime sanzionatorio.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here