Settimo rapporto sulla sorveglianza del mercato

Nel mese di dicembre 2013 è stato presentato a Milano il “7° rapporto sull’attività di accertamento tecnico svolta nell’ambito della sorveglianza del mercato riguardante le macchine marcate CE”. Il documento ha fotografato, al 30 giugno 2013, l’attività di sorveglianza del mercato alla quale INAIL ha partecipato in qualità di organo tecnico delle autorità preposte, in base al comma 2, art. 7, D.P.R. n. 459/1996, e all’art. 6, D.Lgs. n. 17/2010. Presentando il contributo di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti in questo processo di controllo, partendo dalle segnalazioni di presunta non conformità di organi di vigilanza, di INAIL, della magistratura, di altri stati membri ecc., il lavoro ha attivato un percorso di confronto tra le autorità e i fabbricanti volto a garantire, nel rispetto delle prescrizioni della “direttiva macchine”, livelli essenziali di sicurezza per i prodotti. Partendo da una sintetica presentazione dei contenuti del rapporto (segnalazioni di presunta non conformità, risultanze dell’attività di accertamento tecnico, esame di segnalazioni e di risultanze per tipologia di macchina), è stato evidenziato come l’interpretazione dei dati emersi possa costituire, se adeguatamente indirizzata, uno strumento di supporto sia all’attività di verifica e di controllo condotta dall’INAIL e dagli organi di vigilanza territoriale, sia al processo di continuo miglioramento che vede impegnati i fabbricanti. In quest’ottica il confronto tra i soggetti preposti all’attività di sorveglianza e i fabbricanti ha garantito, attraverso una condivisione di strategie e soluzioni a breve e lungo termine, interventi migliorativi sia sul parco macchine già immesso sul mercato, sia sulle nuove produzioni, a dimostrazione della possibilità di superare la logica controllato/controllore/sanzione per giungere alla più efficace collaborazione tra le diverse parti interessate, nell’ottica di un incremento continuo dei livelli di sicurezza delle macchine, degli operatori addetti alle stesse e, più in generale, dei lavoratori.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome