Rifiuti da manutenzione fognaria: come cambia la gestione

Con la circolare n. 14/2021 e la delibera n. 14/2021, l’Albo nazionale gestori ambientali ha, rispettivamente, fornito la propria interpretazione in ordine alla classificazione e disciplinato la documentazione specifica per gli adempimenti connessi all’attività di pulizia. Vediamo quali sono le nuove procedure e come si articolano

Spunti introduttivi

L’attività di pulizia e manutenzione fognaria (in ampio concetto comprendente reti pubbliche e private, fosse settiche e bagni mobili) ha creato, per molto tempo, dubbi interpretativi e conseguenti criticità operative in ordine alla corretta individuazione del produttore e alle dinamiche di gestione del rifiuto.

Registrati

Registrati per accedere ai contenuti riservati

Registrati qui!

Sei già registrato? Accedi per sbloccare i contenuti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome