Appalti, la responsabilità del committente

L’art. 26 del D.Lgs. 81/2008 stabilisce che l’affidamento in appalto di determinati lavori pone a carico del committente i seguenti obblighi: verifica dell’idoneità tecnico-professionale dell’appaltatore; informazione dell’appaltatore in merito ai rischi specifici connessi all’ambiente in cui i lavoratori sono destinati a operare; cooperazione e coordinamento con l’appaltatore al fine di garantire la massima sicurezza possibile. Partendo da qui, si può comprendere il confine che divide il committente dalla responsabilità penale in caso di eventuali infortuni sul lavoro.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here