<img height="1" width="1" alt="" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=987939654580090&amp;ev=PixelInitialized">

Banca dati prevenzione e protezione

Dispositivi di protezione individuale

La direttiva 89/656/Cee del Consiglio, del 30 novembre 1989, relativa alle prescrizioni minime in materia di sicurezza e salute per l’uso da parte dei lavoratori di attrezzature di protezione individuale durante il lavoro (terza direttiva particolare ai sensi dell’articolo 16, paragrafo 1 della direttiva 89/391/Cee), è stata recepita dal...

Impianti a fune, la nuova disciplina europea

Dare vita «a norme chiare e dettagliate che non lasciano spazio a differenze di recepimento da parte degli Stati membri» è lo scopo principale del regolamento Ue 2016/424, con il quale il Parlamento e il Consiglio europeo hanno riformulato la disciplina in materia di impianti a fune. Il provvedimento...

Sostanze pericolose: D.Lgs. n. 39/2016 e valutazione dei rischi

Aggiornare il documento di valutazione dei rischi in riferimento al “Titolo IX – sostanze pericolose” e ai corrispondenti Allegati al D.Lgs. n. 81/2008; realizzare percorsi di formazione e addestramento (ai sensi dell’art. 37, D.Lgs. n. 81/2008) per i lavoratori, in merito alle nuove disposizioni; adeguare la segnaletica di sicurezza...

Project financing in sanità

La scelta di rivolgersi all’esterno è, soprattutto negli ultimi anni, quasi obbligata per il management sanitario, in quanto, dovendo assecondare il fine pubblico di razionalizzazione e risparmio di spesa, si tende così a compensare le carenze di risorse umane a fronte dell’obbligo di rispettare i livelli essenziali di assistenza...

Appalti e sicurezza

I temi del costo del lavoro e del costo della sicurezza da oneri specifici presentano oggi un indubbio interesse per la rilevanza che assumono, nell’ambito della contrattualistica pubblica anche nel settore sanitario, sia per gli obblighi imposti agli operatori economici, sia per le operazioni di verifica a cui vengono...

Corruzione e sanità

In Italia, la corruzione nel settore sanitario agisce in un ambito che, nonostante le difficoltà, funziona abbastanza bene, garantendo un servizio pubblico universale e in generale gratuito, pur con notevoli differenze a livello regionale. Anche i costi del sistema sanitario nazionale rilevati da Ocse sono allineati alla media europea....

Prevenzione della corruzione negli acquisti

Per i buyers che lavorano nell’ambito degli appalti pubblici e che quotidianamente provvedono all’acquisto di beni e servizi in sanità, il tema della corruzione pesa enormemente nella loro attività e di conseguenza si rende necessario impostare un sistema di prevenzione del rischio, basandosi principalmente sull’analisi dei processi. Il Piano nazionale...

Affidamenti in sanità

Allo stato attuale dell’evoluzione normativa e giurisprudenziale in tema di affidamenti dei servizi pubblici, la scelta tra affidamento in house e affidamento tramite gara pubblica non può dirsi pienamente alternativa per quanto riguarda i servizi cosiddetti strumentali: sia la normativa sia la giurisprudenza sono esplicite nell’affermare l’obbligo di acquisire...

Aggregazione degli affidamenti in sanità

La spesa per acquisti di beni e servizi costituisce una parte rilevante delle uscite per il funzionamento delle pubbliche amministrazioni. Ciò vale anche e soprattutto nel settore sanità dove per anni vi è stata una frammentazione delle unità competenti all’acquisizione di beni e servizi: dai provveditorati, agli economati e...

Rischio chimico e rischio da sovraccarico biomeccanico

Le strutture sanitarie costituiscono realtà che presentano numerose problematiche legate alla salute e alla sicurezza dell’attività lavorativa: tra le più note si possono ricordare quelle associate al rischio biologico, da esposizione a campi elettromagnetici, a radiazioni ottiche artificiali e a radiazioni ionizzanti. Molte volte, inoltre, si tratta di strutture...

E-learning e sicurezza: quale modello

Anche in tema di sicurezza è offerta la possibilità di ricorrere all’e-learning, come regolamentato dall’accordo stato-regioni del 21 dicembre 2011. È necessario però che i corsisti abbiano possibilità di accesso alle tecnologie impiegate, che abbiano familiarità con l’uso del personal computer e una buona conoscenza della lingua utilizzata. La...

Gestione del rischio a garanzia delle aziende (Uni Iso 31000)

Gestione del rischio: sebbene sia diffusa la consapevolezza del fatto che le organizzazioni per affrontare il mercato debbano necessariamente gestire tutti i rischi presenti nelle proprie attività, è possibile affermare che in molti casi i processi adottati risultano essere poco efficienti e non coerenti con l’organizzazione stessa. In effetti,...

Cerca nella Banca Dati
Filtra per categoria:

I contenuti della Banca Dati di Ambiente&Sicurezza sono riservati agli abbonati alla rivista.

Abbonati Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere ai contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.

Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione della banca dati e di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a

css.php