EMAS e commercio al dettaglio: il caso “trasporto e logistica”

Sulla G.U.C.E. L del 22 maggio 2015, n. 127, è stata pubblicata la decisione (UE) della Commissione 20 maggio 2015, n. 801/2015, relativa al documento di riferimento sulla migliore pratica di gestione ambientale, sugli indicatori di prestazione ambientale settoriale e sugli esempi di eccellenza per il settore del commercio al dettaglio, a norma del regolamento (CE) n. 1221/2009 (EMAS). Scopo della decisione è supportare tutte le organizzazioni e gli operatori del settore del commercio al dettaglio a concentrarsi sugli aspetti ambientali pertinenti, diretti e indiretti, e a reperire le informazioni sulle migliori pratiche e sugli adeguati indicatori di prestazione ambientale specifici al settore, nonché sugli esempi di eccellenza, al fine misurare la propria prestazione ambientale. A titolo di esempio, sono analizzate le migliori pratiche di gestione ambientale relative alle operazioni di trasporto e logistica.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here