Finanziamenti Isi di Inail: le domande a partire dal 3 marzo prossimo

Le domande per accedere ai finanzianti utili al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro potranno essere presentare a partire dal 3 marzo. Per completare le procedure ci sarà tempo fino alle ore 18 del 7 maggio prossimo. L’importo complessivo è pari a 267.427.404 euro

Conto alla rovescia per la presentazione delle domande di partecipazione al nuovo bando Isi 2014 di Inail.  Le aziende interessate dovranno presentare le richieste di partecipazione a partire dal 3 marzo fino alle ore 18 del 7 maggio prossimo.
I finanziamenti - a fondo perduto - sono destinati a progetti tesi al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e potranno essere assegnati a tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.
In base a quanto stabilito dal bando elaborato da Inail, le risorse saranno erogate fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro, verrà erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto. I finanziamenti Isi sono cumulabili con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (ad esempio, gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).
Il contributo complessivo da ripartire fra i soggetti imprenditoriali che presenteranno la domanda è pari a 267.427.404 euro.

Come fare
Prima fase: inserimento online del progetto
Per prima cosa occorre compilare la domanda, che consentirà di effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificando il raggiungimento del punteggio “soglia” di ammissibilità e salvare la domanda inserita. Le imprese registrate al sito di Inail avranno a disposizione un’applicazione informatica disponibile qui:  Servizi on line.

Tutto questo potrà essere fatto dal 3 marzo fino alle ore 18 del 7 maggio prossimo

Seconda fase: inserimento del codice identificativo.
Dal 12 maggio 2015 le imprese che hanno raggiunto la soglia minima di ammissibilità e salvato la domanda possono accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le individua in maniera univoca.

Terza fase: invio del codice identificativo (clic-day)
Le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download.
La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 3 giugno 2015.

Le informazioni dettagliate (il testo le bando e le istruzioni sulle procedure da seguire) sono presenti sul sito di Inail a questo indirizzo on line.

 

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here