Servizio di gestione rifiuti: sì alla proroga, ma il corrispettivo va adeguato

Servizio di gestione rifiuti: sì alla proroga, ma il corrispettivo va adeguato. Così si è pronunciato il Tar Puglia - Lecce, sez. I, con la sentenza 21 ottobre 2022, n. 1638.

Gestione rifiuti - Affidamento - Scadenza contratto - Proroga tecnica - Corrispettivo - Mancato adeguamento - Libertà di iniziativa economica – Proporzionalità tra le prestazioni - Indici Istat - Indice Foi

La sintesi

La pubblica amministrazione, con lo strumento della proroga tecnica, può imporre al privato la prosecuzione del servizio affidato nonostante la scadenza del relativo contratto e nonostante l’assenza di espresso consenso.

Registrati

Registrati per accedere ai contenuti riservati

Registrati qui!

Sei già registrato? Accedi per sbloccare i contenuti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome