Aee, definiti gli incentivi per l’ecodesign

Lo scopo finale del D.M. 10 giugno 2016, n. 140 dovrebbe essere la riduzione degli oneri di raccolta differenziata e di recupero o smaltimento delle apparecchiature elettriche ed elettroniche (Aee) in relazione a parametri di maggiore compatibilità ambientale dei prodotti immessi sul mercato nazionale. Per conseguire questo obiettivo il decreto definisce un coefficiente percentuale di riduzione del peso - e quindi degli oneri da versare - rispetto alla quota di mercato di ogni produttore attribuita dal comitato di vigilanza e controllo. Tuttavia, le misure disposte dal nuovo decreto non sembrano in grado di raggiungere il risultato desiderato; in particolare, imprecisioni terminologiche e criteri più quantitativi che qualitativi riducono il potenziale del provvedimento.

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Abbonati

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza e hai già effettuato l’accesso al sito?
Fai per accedere a questo articolo e a tutti i contenuti a te riservati.

Sei abbonato ad Ambiente&Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrati qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento.
Entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione dell’articolo e di tutti i contenuti della banca dati riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome